logo dell'ordine dei medici della Provincia di Gorizia
Home >
In primo piano

DALLA FNOMCEO ARRIVA LA BIBLIOTECA VIRTUALE: OLTRE 2.500 RIVISTE A DISPOSIZIONE DEI MEDICI. 

Chersevani (Fnomceo): medico al centro del cambiamento  La risposta in un click, semplicemente consultando le 2500 riviste full text, tra medicina e odontoiatria con decine di migliaia di abstract. Accesso libero e completo a migliaia di articoli scientifici, normalmente leggibili solo a pagamento. Sono solo alcune delle possibilità che la Fnomceo offre da oggi ai propri iscritti tramite una convenzione con la Ebsco, Information Services di Boston, uno dei principali fornitori mondiali di banche dati di letteratura scientifica. Un ventaglio di 4000 schede di educazione per il paziente su malattie, terapie, prevenzione, stili di vita. Ancora, un sistema di supporto decisionale, fondato sulle migliori evidenze scientifiche, in grado di rispondere in pochi minuti a quesiti di pratica clinica e terapeutica.
«Tutti i colleghi potranno acquisire sapere medico per affrontare con la massima sicurezza e competenza, nell'interesse del paziente, i quesiti diagnostici e terapeutici cui la pratica professionale quotidiana li espone - spiega Roberta Chersevani, presidente Fnomceo -. Quello che offriamo è uno strumento di sviluppo professionale continuo, in un percorso di sempre più forte responsabilizzazione nei confronti della qualità della formazione, della relazione con i pazienti, della qualità sostenibilità e sicurezza del Servizio sanitario Nazionale. È questo che i Medici e gli Odontoiatri intendono per appropriatezza».
Il nuovo servizio, che sarà offerto gratuitamente a tutti i medici e gli odontoiatri italiani, permetterà ad ogni medico di creare un profilo personalizzato dove immagazzinare in modo permanente, tutti gli articoli scaricati, gli alert personali e le ricerche salvate. «Siamo molto soddisfatti che, tra le banche dati a disposizione, ci sia anche Dentistry Oral Science Source, la più grande biblioteca specifica per l'Odontoiatria - ha dichiarato il Presidente della Commissione Albo Odontoiatri, Giuseppe Renzo - con le sue 250 riviste in full text che esplorano tutti gli ambiti delle scienze odontoiatriche». Il "cervellone" offrirà anche un valido aiuto per i giovani medici e per gli aspiranti camici bianchi.
«Le banche dati saranno di supporto anche ai nostri medici in formazione - ha confermato il segretario generale della Federazione nazionale degli Ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri Luigi Conte - Saranno infatti utilizzabili dagli specializzandi. È uno strumento collaborativo che mettiamo a disposizione delle Università che sempre più lamentano una carenza di risorse che li obbliga a rinunciare agli abbonamenti alle riviste scientifiche».
Rossella Gemma

FNOMCEO. SITO CONTRO LE "BUFALE" E FALSE CURE. CHERSEVANI: SUL WEB NESSUN CONTROLLO.

Informare i cittadini contro le "false cure", mettendo in guardia da ciarlatani e informazioni non controllate veicolate dalla Rete. È questo l'obiettivo di "Attenti alle bufale", il sito al quale sta lavorando la Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri (Fnomceo) e che sarà accessibile dal sito web della Fnomceo, entro un paio di mesi, con il coinvolgimento auspicato di esperti di fama nazionale che possano dare risposte chiare ai cittadini.
«Oggi la Rete rappresenta per un numero crescente di persone uno strumento fondamentale per informarsi, ma anche» afferma la presidente Fnomceo Roberta Chersevani «un luogo dove cercare "cure" e "terapie". Purtroppo, però, in rete si pesca di tutto e, spesso, si corre il rischio di rimanere "impigliati" in informazioni false, poiché sul web non vi è alcun controllo a garanzia della validità scientifica dell'enorme mole di informazioni veicolate». L'obiettivo, afferma, «è dunque potenziare l'informazione ai cittadini, tenendo sempre presente che il Codice deontologico medico ha regole ben precise: il medico non può allontanarsi da posizioni validate scientificamente, pena la radiazione». Ma il vero problema, conclude, «è che spesso dietro tali false e costose terapie si nascondono solo interessi economici, e si gioca sulla debolezza delle persone malate».

ENPAM. POLIZZA LONG TERM CARE PER TUTTI I MEDICI. OLIVETI: RAGGIUNTO OBIETTIVO STORICO.

Tutti i medici e gli odontoiatri attivi sono coperti da una polizza per la long term care che in caso di perdita dell'autosufficienza dà diritto a 1.035 euro mensili non tassabili, da aggiungere alle tutele già previste dall'Enpam e a ogni altro eventuale reddito. A renderlo noto una nota di Enpam che precisa come la novità sia in vigore dallo scorso 1 agosto e come l'assegno si cumula con altre coperture assicurative che i medici potrebbero aver sottoscritto autonomamente. «Con la polizza per la Ltc abbiamo raggiunto uno degli obiettivi storici della Fondazione Enpam. Prima con l'assistenza tradizionale e poi, dal 2009, con l'ausilio del 5 per mille abbiamo esplorato ogni via possibile per arrivare a una tutela piena in caso di non autosufficienza» commenta il presidente di Enpam, Alberto Oliveti.
«Quando qualche anno fa abbiamo lanciato il progetto Quadrifoglio per dare un welfare a tutto tondo agli iscritti, avevamo individuato proprio nella Ltc la prima componente assistenziale da attuare. Oggi è un grande traguardo tagliato, che aumenta il valore dell'essere parte del nostro Ente di categoria». L'adesione alla polizza, aggiunge la nota Enpam «è automatica e non richiede alcun esborso per medici e odontoiatri. Infatti i costi dell'intera operazione (5,4 milioni di euro l'anno, cioè 2,2 per la tranche agosto- dicembre 2016) sono coperti dai fondi per l'assistenza della Quota A. Soldi che, se non utilizzati, sarebbero andati ad accrescere il patrimonio dell'Enpam ma - per via dei vincoli di bilancio dello Stato - non avrebbero potuto più essere usati per prestazioni a vantaggio degli iscritti. La rendita per la Long term care si aggiunge a quella già prevista della pensione d'invalidità riservata a medici e odontoiatri colpiti da un'infermità assoluta e permanente. In quest'eventualità la tutela consiste in un'entrata di almeno 15mila euro annui, che l'Enpam assicura anche senza un'anzianità contributiva minima. La tutela Ltc scatterà per tutti i futuri iscritti ed è già valida per tutti gli attivi attuali (compresi i pensionati che lavorano) che alla data del 1° agosto 2016 non avevano ancora compiuto i 70 anni di età. Il limite anagrafico vale solo come requisito di ingresso (ma non di permanenza): chi è entrato sotto la copertura continuerà ad essere protetto in futuro anche se, per esempio, il prossimo luglio compirà 71 anni, se nel 2018 ne compirà 72 e così via. Inoltre chi ha cessato di lavorare dopo il 1° agosto 2016 continuerà ad essere tutelato negli anni a venire, anche se pensionato o percettore di un assegno di invalidità. Per chi ha soffiato le 70 candeline prima del 31 luglio di quest'anno, e che quindi non rientra sotto questa nuova polizza Ltc, ci sono comunque altre tutele, conclude la nota.

SECONDO AVVISO ELENCO REGIONALE TUTOR FVG - SCADENZA 6 OTTOBRE 2016.

Il responsabile amministrativo del CEFORMED-AAS 2 "Bassa Friulana-Isontina" chiede di dare massima diffusione alla seguente notizia:
"Si comunica che sul BUR n. 36 del 7/9/2016 è stato pubblicato il SECONDO AVVISO di selezione per medici tutor per i corsi di formazione specifica in medicina generale gestiti dal CEFORMED, ai sensi del D.Lgs 368/99.
SI PRECISA CHE COLORO CHE AVEVANO GIA' PRESENTATO ISTANZA PER L'AVVISO PRECEDENTE (2015) E CHE SONO STATI INSERITI NELL'ELENCO GIA' APPROVATO CON DECRETO DG AAS 2 n.513 del  15.10.2015 NON DEVONO RIPRESENTARE DOMANDA, come da apposita dicitura inserita nel bando stesso.

In allegato l'avviso e il modello di domanda da trasmettere al CEFORMED tramite raccomandata A.R. entro e non oltre il 6 ottobre 2016".


dott. Francesco Alessandrini  -AAS 2 "Bassa Friulana-Isontina"-
Responsabile Amministrativo CEFORMED
tel. +39 0481/487578
cell. +39 3485618740
E-mail: francesco.alessandrini@aas2.sanita.fvg.it

FARMACI LOW COST: IN SLOVENIA PER ACQUISTI DI FASCIA C A META' PREZZO.

Dal Friuli-Venezia-Giulia alla Slovenia per comprare medicinali a metà prezzo. Il fenomeno 'migratorio' per acquisti low cost, che interessa i medicinali di Fascia C e C bis ovvero quelli che si possono acquistare dietro presentazione di ricetta bianca o senza prescrizione qualora si tratti di farmaci da banco, è ormai prassi consolidata secondo quanto riportato dalle pagine dei giornali locali. Fare l'acquisto in Slovenia è semplicissimo, poiché si tratta di un Paese comunitario e le ricette firmate dai medici italiani vengono accettate senza problemi. I medicinali sono identici, anche nella confezione, ma sono meno cari perché le case farmaceutiche fissano le tariffe sulla base del costo della vita dei singoli Paesi, esattamente come fanno le multinazionali della sigaretta e del cheeseburger.
Non esiste, quindi, un prezzo europeo e succede così che la Slovenia risulti molto attrattiva per chi abita nelle nazioni confinanti. Pillole anticoncezionali, farmaci contro l'impotenza, ormoni per la fecondazione assistita, i farmaci più venduti agli italiani che vanno oltre confine a fare shopping low cost. I prezzi sono in effetti più che invitanti. In Slovenia la pillola Yaz è venduta a 7,68 euro: meno della metà dei 16,95 italiani. E si risparmia molto anche sulle compresse dell'amore: otto pastiglie di Vizarsin 50 (il generico del Viagra) si comprano a 23,62 euro contro 82, mentre otto confetti di Cialis 20 si portano a casa con 95 euro invece di 128,4. Cambiando tipologia di farmaco, invece, avremo un ansiolitico come il Lorans 2,5 che in Slovenia costa 4 euro: in Italia 9,45. Ma sebbene il fenomeno cresca, non sembra preoccupare i farmacisti. «Siamo l'ultima possibilità che resta prima di andare a comprare di là», precisa dalle pagine de 'Il Piccolo' il presidente dell'Ordine dei farmacisti di Trieste, Marcello Milani, titolare di una farmacia proprio a Basovizza, a pochi metri dal confine. Ma per Milani il fenomeno non incide particolarmente sul mercato, perché i consumatori sono attenti e legati al rapporto con il farmacista. «Attenzione però - avverte - a non considerare il costo più basso della medicina come una ragione per abusarne: dopo l'introduzione dei prodotti generici in Italia, la possibilità di acquistare psicofarmaci a prezzi inferiori ne ha ad esempio provocato il maggiore utilizzo. Non è un buon segnale».
Rossella Gemma

Diritto Sanitario

IRAP: IRRILEVANTI LE SPESE PER COMPENSI A COLLEGHI MEDICI.

"Quanto poi alle spese per compensi a terzi, deve rilevarsi che ove si tratti di compensi corrisposti a colleghi medici, in caso di obbligatoria sostituzione per malattia o ferie, circostanza frequente nei medici di base che debbono assicurare un servizio continuativo, il dato non rileva ai fini dell'assoggettamento ad Irap. Nella specie, la Ctr, oltre ad evidenziare elementi del tutto ininfluenti (quali l'entità dei ricavi percepiti dal professionista o la disponibilità di uno studio attrezzato o le spese sostenute per il mantenimento dell'immobile ove è ubicato lo studio), genericamente afferma che risultano "beni strumentali eccedenti il minimo indispensabile", spese per lavoro dipendente (senza precisare se si sia o meno in presenza, come dedotto dalla ricorrente, di una sola dipendente, con mansioni, esecutive, di addetta al ricevimento dei pazienti ed alle Pulizie) e per compensi a terzi". (Avv. Ennio Grassini - www.dirittosanitario.net).

CORTE DI CASSAZIONE - CIVILE: Malocclusione. La pretesa risarcitoria del paziente e la valutazione delle sue pregresse condizioni: 

Corretta la condotta tenuta dal dentista. Egli ha provveduto a fornire adeguata informazione sull'intervento e sui possibili rischi connessi. I problemi lamentati dal paziente sono dovuti alle sue pregresse precarie condizioni, e non all'operato del medico.
"Sebbene a p. 11 della sentenza la Corte d'appello affermi - erroneamente - che spetta al danneggiato l'onere di provare l'esistenza d'un nesso di causa tra il danno e l'opera del sanitario, alle successive pp. 12-13, con una seconda ed autonoma ratio decidendi, la Corte d'appello ha ritenuto in facto che la causa del fallimento delle cure eseguite dal convenuto non andasse ricercata nell'opera di questi, ma in fattori naturali (malocclusione) o nella condotta dello stesso paziente; ed ha soggiunto che in ogni caso il medico aveva agito con la [diligenza] prescritta dalle leges artis. Quale che fosse la correttezza di tali statuizioni, esse per un verso costituiscono oggetto di una valutazione di fatto, come tale sottratta al sindacato di questa Corte; e peraltro verso non sono state nemmeno validamente censurate dal ricorrente". (Avv. Ennio Grassini - www.dirittosanitario.net).

CORTE DI CASSAZIONE-CIVILE Risarcimento del danno esistenziale per mancato godimento dei riposi compensativi

In caso di lavoro prestato oltre il sesto giorno consecutivo, ove il lavoratore richieda, in relazione alla modalità della prestazione, il risarcimento dei danno non patrimoniale, per usura psicofisica, ovvero per la lesione dei diritto alla salute o dei diritto alla libera esplicazione delle attività realizzatrici della persona umana, è tenuto ad allegare e provare il pregiudizio dei suo diritto fondamentale, nei suoi caratteri naturalistici e nella sua dipendenza causale dalla violazione dei diritti patrimoniali di cui all'art. 36 della Costituzione, potendo assumere adeguata rilevanza, nell'ambito specifico di detta prova (che può essere data in qualsiasi modo, quindi anche attraverso presunzioni ed a mezzo dei fatto notorio), il consenso del lavoratore a rendere la prestazione nel giorno di riposo ed, anzi, la sua richiesta di prestare attività lavorativa proprio in tale giorno, mentre non rileva la fruizione successiva di riposi maggiori, essendo il termine di riferimento quello dei giorno e della settimana". (Avv. Ennio Grassini - www.dirittosanitario.net)

Area formativa

VI CONGRESSO REGIONALE ANCE FVG . CUORE & APPROPRIATEZZA
Il convegno  si terrà presso il Teatro G. Modena a Palmanova (UD) in data 17 SETTEMBRE 2016

CORSO DI COLPOSCOPIA. NOZIONI DI BASE E PRATICA CLINICA
Il Corso si terrà presso l'Aula Magna della Cassa Edile di Gorizia - via del Monte Santo 131/142 Gorizia , 23 e il 24 SETTEMBRE 2016

DEMENZE: UN APPROCCIO ESPERIENZIALE ALLE TECNICHE DI CURA.

Il convegno si terrà sabato 24 SETTEMBRE, dalle 9:00 alle 13:00 presso la Camera di Commercio di Udine - sala Valduga
SEGRETERIA ORGANIZZATIVA Associazione Demaison Dott. D. Cipone
Provider ECM: ENAIP FVG
La partecipazione al convegno, rivolto a coloro che si prendono cura dei malati di demenza per professione o per necessità familiare, sarà gratuita e a numero chiuso
Informazioni: Dott. Cipone Daniele ciponedan@tin.it

GESTIONE DIAGNOSTICA, CLINICA E CHIRURGICA DELLE SPONDILODISCITI NON IATROGENE
Il Convegno si terrà il 26 SETTEMBRE 2016 a Udine presso la Sala Anfiteatro, 4° piano pad. Ingresso P.le S. M. della Misericordia, 15
Responsabile Scientifico dr. Barbara Cappelletto
Codice evento: ASUIUD_00038 - 5 crediti ECM

Segreteria: Formazione e Valorizzazione del Personale Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine tel. 0432 - 554255 fax 0432 - 554381 email: formazione@asuiud.sanita.fvg.it Responsabile: dott.ssa Marina Barbo 

C'E' BISOGNO DI RI-UMANIZZARE LA MEDICINA?
Il convegno si terrà presso la Sala Convegni del Centro Culturale delle Grazie Via Pracchiuso -Udine, sabato 1 OTTOBRE 2016 (dalle 8.00 alle 13.00)

Attualità

logo_ordmedgo

CHIUSURA UFFICI DI SEGRETERIA DELL’ORDINE

Nelle giornate di VENERDI 9 e 16 DICEMBRE 2016 gli uffici della segreteria sono CHIUSI.

logo_ordmedgo

ASSEMBLEA ORDINARIA ANNUALE DEGLI ISCRITTI ANNO 2016

Si terrà in data DOMENICA 18 DICEMBRE 2016 dalle ore 11.00 presso l’Azienda Agricola CASTELVECCHIO, via Castelnuovo 1, Sagrado (GO).  

Eventi

XVII CONFERENZA NAZIONALE HPH. PROMOZIONE DELLA SALUTE DEI BAMBINI
(OSPEDALE PEDIATRICO BANBINO GESU' - ROMA, 12-13 DICEMBRE 2016)
ASSEMBLEA ORDINARIA ANNUALE 2016
(Az. Agricola CASTELVECCHIO-Sagrado (GO), DOMENICA 18 DICEMBRE 2016)
LA LETTURA CRITICA DELL’ARTICOLO MEDICO-SCIENTIFICO
(Azienda Agricola CASTELVECCHIO -Sagrado (GO), 18 DICEMBRE 2016 dalle ore 9.30)
RIFORMO? PRIMA MI INFORMO. GUIDA ALLA RIFORMA COSTITUZIONALE
(CENTRO CULTURALE BRATUZ - VIALE 20 SETTEMBRE, 85 - GORIZIA, 18 NOVEMBRE 2016 - 16.30-19.30)
PERCHE’ VACCINARSI: IL RUOLO DEI MEDIA PER UNA CULTURA DELLA PREVENZIONE
(ROMA - Auditorium del Ministero della Salute, 3 NOVEMBRE 2016)

Bollettini

libretto guerra

Gorizia ed il fronte dell’Isonzo nella grande guerra

Leggi o scarica Gorizia ed il fronte dell’Isonzo nella grande guerra

bollettino

Bollettino 1/2014

Consulta o scarica il Bollettino n. 1 del 2014

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter dell'Ordine dei Medici e Chirurghi della Provincia di Gorizia

Inserisci il tuo indirzzo mail
Via Brigata Casale, 19/B - Gorizia
Tel. +39 0481 531440
Fax +39 0481 534993
Codice Fiscale: 80000150310

Ricerca medico

 


medici competenti lavoro

PSICOTERAPEUTI

ODONTOIATRI

Richiedi la tua PEC

Richiedi il codice convenzione